Inno Centro estivo 2016

VIVA IL CENTRO ESTIVO

SVEGLIA LA SCUOLA È TERMINATA E LE PREOCCUPAZION PIÙ NON CI SON

QUINDI È ARRIVATO IL MOMENTO DI ANDARCI A DIVERTIR

MA DOVE NON LO SO….

ECCO CHE ARRIVA, ECCO CHE ARRIVA EO EO

IL CENTRO ESTIVO, IL CENTRO ESTIVO EO EO

RIT. VIVA IL CENTRO ESTIV

NOI IMPARIAM GIOCANDO, NOI IMPARIAM GIOCANDO

PERCHÉ NO, PERCHÉ NO, PERCHÉ NOOOOO, SEMPRE E SOLO AL MAKARENKO

GRAZIE AL PULMANINO GIALLO IN PISCIN ARRIVIAM

E TUTTI INSIEME STIAM

TUTTI I NOSTRI ANIMATORI CI FANNO DIVERTIR E ANCHE NUOTAR

ECCO CHE ARRIVA, ECCO CHE ARRIVA EO EO

IL CENTRO ESTIVO, IL CENTRO ESTIVO EO EO

RIT. VIVA IL CENTRO ESTIV

NOI IMPARIAM GIOCANDO, NOI IMPARIAM GIOCANDO

PERCHÉ NO, PERCHÉ NO, PERCHÉ NO SEMPRE E SOLO AL MAKARENKO

Presentazione Logo

Buonasera e benvenuti a tutti,

colgo l’occasione questa sera per presentarvi una novità della nostra Associazione.

2016-07-11In una società dove i colori stanno diventando sempre più strumento di distinzione e discriminazione e viene a mancare sempre più la prospettiva del bello e della condivisione , ci è sembrato d’obbligo nel nostro piccolo dare un segnale diverso e correttivo di questo agire anche nella nostra associazione. Prima innovazione di quest’anno è stata dunque il nostro logo. Realizzato a mano con acquerelli e pastelli da Alessia Di Palma, una giovane e brillante studentessa del Liceo Scientifico di Genzano di Lucania, con spiccate doti artistiche, che avrebbe ben volentieri presentato e spiegato le emozioni e le sensazioni che l’hanno ispirata nel disegnare il nuovo logo e che stasera non è potuta essere qui con noi, questo risulta essere un’esplosione di colori caldi e freddi, accostati tra loro in modo semplice, che diventano espressione di sentimenti, di pensieri e di sensazioni semplici e dirette, proprie del bambino.

Da non tralasciare inoltre il collegamento che i colori creano con Artek, colonia per eccellenza dove, seguendo i principi makarenkiani, si riuniscono infanti di ogni etnia e religione creando un clima e un presupposto per un mondo di pace.

Ovviamente il soggetto principale del nostro logo risulta essere il bambino nell’atto di giocare.

Il gioco diventa elemento fondamentale nella vita dei piccoli, guida incondizionata indiscutibile nel loro percorso di crescita, moderatore supremo negli atteggiamenti.

Un logo dunque fatto di pochi elementi che trasmettono tuttavia in modo chiaro e imprescindibile una regola importante e semplice nell’educazione dei bambini: GIOCANDO SI IMPARA, sempre e comunque.

Concludo aggiungendo ulteriori e sentiti ringraziamenti.

Ringraziamo a nome dell’Associazione Giocando Si Impara Makarenko, il Sindaco e l’amministrazione comunale di Oppido Lucano, per aver sostenuto il nostro progetto, mettendo a disposizione il bus navetta,

Angelo De Rosa, per aver messo a disposizione la sua bella struttura per il terzo anno consecutivo, la prof.ssa Tina Giardinelli per aver creato, con il progetto alternanza- scuola lavoro, una partnership tra la nostra Associazione e il Liceo Scientifico e delle Scienze Umane “E. Maiorana”, di Genzano di Lucania, e i ragazzi che hanno aderito al progetto sopra menzionato: Donato, Debora, Alexandra, Maria Pia, Roberta e Maria, i volontari: Mariella, Carmela e Donata.

In ultimo, ma non per ultimo, ringraziamo di cuore Rosaria Scarimola che si è occupata dell’editing di questa presentazione e dei fantastici giochi d’aqua, e Gabriele Tamburrino per aver curato la comunicazione e la parte grafica delle locandine fatta sui social, e per aver preso parte delle attività con Antonio Tamburrino.

Intervento Francesco integrato con saluti dell’università La Sapienza di Roma

Buonasera e benvenuti a tutti.

FOTO_BAGNATOUn benvenuto particolare va ai nostri piccoli e alle loro famiglie: l’anima della nostra Associazione, la forza di noi educatori e animatori, la metafora realista della vita gioiosa.

A chiusura di un percorso estivo questa vuole essere una serata di ringraziamento per ognuno dei bambini che è diventato parte attiva di questa esperienza.

Attraverso la vostra allegria, la vostra ingenuità, i vostri capricci, i vostri sorrisi, avete colorato questo terzo Centro Estivo di mille sfumature, rendendolo un viaggio unico e meraviglioso.

BAGNATOUn percorso durato quattro settimane, e che tuttavia ci sembra di aver intrapreso solo ieri… Le giornate si sono susseguite imperterrite tra momenti di condivisione, percorsi di acquaticità in piscina, giochi di squadra, laboratori creativi, di cui tra l’altro potrete ammirare alcuni dei capolavori che ne sono venuti fuori. Apparentemente ogni giornata uguale all’altra, eppure ognuna diversa dall’altra… Ognuna con una novità, con un suo perché, con un suo insegnamento, con un sorriso in più sul viso dei bambini e sul nostro.

Giocando Si impara è il nome della nostra Associazione, Giocando si impara è stata la regola che ha delineato il Centro Estivo, giocando si impara è il nostro motto che diventa augurio per una prospettiva futura.

Eh già, proprio così, perché l’obiettivo dell’Associazione “Giocando si impara- Makarenko, Per una Nuova Società” non è solamente quello di offrire un’alternativa a una giornata estiva che può diventare monotona, né tanto meno quello di fungere da baby sitter per i genitori… Andiamo ben oltre la routine, insegnando un metodo educativo prettamente pedagogico che trae le sue basi essenziali dal grande pedagogista Makarenko, di cui l’associazione stessa porta il nome.

IMG-20160719-WA0002Educare dunque alla serenità, alla tolleranza e al buon senso attraverso la pazienza, l’autorevolezza e soprattutto il gioco, ecco i nostri obiettivi.

In questa serata colgo l’occasione per ringraziare ognuno di voi per la fiducia accordataci, ognuno degli educatori e degli animatori che hanno dato il contributo alla buona riuscita del centro estivo. Ringrazio in modo particolare Sabina senza la quale probabilmente tutto ciò non sarebbe stato possibile.

Ringrazio infine l’Università “La Sapienza” di Roma e in particolare le figure dei due docenti Maria Serena Veggetti e Nicola Siciliani de Cumis, dall’inizio nostri sostenitori e promotori, nonché tra i soci fondatori dell’Associazione. Chiudo questo intervento proprio con una lettera inviatami ieri dal professor Siciliani De Cumis e indirizzata a tutti noi:

La_Sapienza

La seguente presentazione è stata scritta e “curata” da Rosaria Scarimola, Vice presidente Associazione Giocando Si Impara Makarenko per Una Nuova Società, Assessore al Turismo e Associazionismo Comune di Cancellara (PZ).